Google lancia il social network

Lo ripetono in molti: le ultime mosse di BigG in fatto di accesso e condivisione dei propri servizi sono una vera e propria stealth social network, usando le parole di Steve Rubel, una rete sociale invisibile che punta a trasformare la casella Gmail nella chiave d’accesso all’intero universo di servizi realizzati a Mountain View. Cosa manca a Google per realizzare il social network più grande del mondo? Il nome, forse.

Con le stesse credenziali si riceve e si cataloga la posta, si chiacchiera con Gtalk – che si può usare pure per cinguettare su Twitter – ci si organizza la vita e la si coordina con il prossimo su Calendar. Si leggono le news su Reader e le si segnala ai propri amichetti, grazie al nuovo meccanismo introdotto nelle scorse ore per realizzare vere e proprie pagine di link segnalati con tanto di feed annesso (e segnalazioni delle condivisioni altrui).

C’è anche un profilo centralizzato, pure questa una novità, da editare per aggiungere foto, informazioni sulla propria biografia, siti personali di riferimento e magari un breve curriculum vitae. O forse la soluzione migliore è una bella ricerca su Google con il proprio nome e cognome? E poi ci sono Docs, le note, i segnalibri salvati nella toolbar del browser, i Gruppi e le mappe da personalizzare e condividere. C’è Blogger, dove tutti possono creare un blog personale. E c’è, ovviamente, una home page personalizzabile con ogni possibile gadget, dentro la quale integrare tutti o quasi tutti i servizi precedenti.

L’offerta di Google supera quelle, tanto per citarne un paio, di Microsoft con il suo Live e Apple con .Mac. Manca solo un servizio di storage remoto, ma Gdrive sarebbe in arrivo, e un sistema di condivisione delle immagini all’altezza di Flickr. A quel punto, visto che BigG ha anche un sistema di advertising che funziona alla grande, chi potrà mai fermare l’avanzata del social network made in Mountain View?

Google oggi si trova in una posizione unica nel panorama del web. Non solo indicizza i contenuti, ma offre agli utenti una serie di servizi per accedervi al meglio. E poi ha pure lo spazio dove pubblicarne altri, basti pensare a Google Video e Youtube. E adesso lancia pure Knol, strumento che al contempo offrirà spazio e profitto per chi deciderà di usarlo.

Fonte: punto-informatico.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...