iPhone? Pochini, almeno fino ad ottobre

Una partenza così bruciante forse non se l’aspettavano nemmeno a Cupertino. Fatto sta che a nemmeno dieci giorni dal debutto, l’iPhone 3G è già diventato introvabile. Comprare un iPhone – soprattutto nella versione senza abbonamento – può risultare un’impresa e non sono pochi i clienti che si sono presentati in questi giorni nel negozio di fiducia con l’assegno o i contanti in mano per acquistare il loro Melafonino nuovo di pacca che si sono ritrovati a bocca asciutta.

Colpa delle troppe richieste: solo nei primi tre giorni, sono stati venduti un milione di iPhone, di cui ben 88.000 in Italia (terza nazione di Mela-dipendenti dopo Stati Uniti e Gran Bretagna). Cifre esorbitanti, se si pensa che il “vecchio” modello ne aveva impiagati 74 per raggiungere lo stesso risultato. Certo, rispetto al suo predecessore l’iPhone3G si è trovato subito a confrontarsi con un mercato globale (21 i Paesi nei quali l’iPhone 3G è attualmente in vendita), ma questo quelli di Apple dovevano saperlo.

Il problema – secondo MobileWhack – è che le scorte europee sono ormai in esaurimento e che molto presumibilmente non verranno rimpolpate prima di ottobre. Un’emergenza che avrebbe portato la casa di Steve Jobs a prendere immediate contromisure, rivedendo i propri piani di produzione in modo da riuscire a sfornare un maggior numero di cellulari. Compito non facile, visto che nel frattempo altre 48 nazioni si stanno preparando a dare il loro benvenuto al Melafonino, atteso entro la fine dell’anno.

Fonte: mytech.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...