Firefox: creare una parola chiave

firefox parola chiave

 

 

Le Parole chiave rappresentano un modo semplice per effettuare una ricerca all’interno di un sito web specifico direttamente dalla Barra degli indirizzi di Firefox.

Per creare una parola chiave, collegati alla pagina del sito web che contiene il campo di ricerca desiderato e clicca con il tasto destro sul campo di ricerca.

Seleziona “Aggiungi una parola chiave per questa ricerca…“: apparirà la finestra “Aggiungi segnalibro“. Inserisci un nome per il segnalibro e crea una parola chiave.

Fatto questo, seleziona la cartella in cui salvare la Parola chiave e premi “OK“.

Per utilizzare la Parola chiave, devi inserire la parola chiave e la stringa da cercare nella Barra degli indirizzi e premere “Invio“.

fonte : m. trucchi

 

Annunci

Recuperare la vecchia release 2 di Firefox su Kubuntu

Su Kubuntu 8.04 è installato di default Firefox 3. Purtroppo questa versione è incompatibile con alcune estensioni che si utilizzano quotidianamente.

E’ possibile recuperare la vecchia release 2 di Firefox, mantenendo sull’hard disk anche la nuova versione.

Tutto quello che dovete fare è installare il pacchetto di Firefox 2 fornito dalla vostra distribuzione: attivate la connessione ad Internet e aprite la “Konsole“, dal menù “K/Sistema/Konsole“.

All’interno della finestra che appare digitate il comando “sudo apt-get install firefox-2 mozilla-firefox-locale-it-it” e premete “Invio“.

Nella finestra di Konsole apparirà la scritta “[sudo] password for” seguita dal nome dell’utente.

Inserite la relativa password e premete “Invio” dalla tastiera.

A questo punto verrà scaricato da Internet e installato il pacchetto di Firefox 2, insieme ai file per avere l’interfaccia del browser in lingua italiana.

Se in precedenza avete utilizzato Firefox 3, dovete cancellare la directory .mozilla (quella contenente la configurazione personale e i segnalibri) nella vostra cartella “HOME“, altrimenti nella finestra di Firefox 2 compariranno i menù in inglese invece che in italiano.

Per farlo, digitate il comando “rm -r .mozilla” nella finestra di Kosole e premete “Invio“.

Fatto ciò, per lanciare Firefox 2 andate sul menù “K“, entrate in “Internet“, poi in “Altri programmi” e infine cliccate su “Firefox“.

Firefox 3, invece, sarà raggiungibile dal menù “K/Internet/Firefox“.

Ricordate che se riavvierete di nuovo Firefox 3, la versione 2 del browser riprenderà ad essere in inglese. Dovrete quindi cancellare ancora la directory .mozilla per visualizzare Firefox 2 nuovamente in italiano.

Firefox: navigare più veloci e ridurre l’uso della memoria

Non tutti sanno che Firefox ha un vero e proprio registro di configurazione. Vi mostriamo come rendere la navigazione più veloce e come ridurre l’uso della memoria.

Oltre alle note opzioni accessibili a tutti gli utenti, Firefox dispone di un registro di configurazione nascosto che vi permette di moficarne i parametri di funzionamento per renderlo più veloce.

Per accedervi digitate nella barra degli indirizzi about:config e date “Invio“.

Per velocizzare il caricamento delle pagine digitate, in “Filtro“, la parola pipelining.

Modificate con un doppio clic l’opzione network.http.pipelilining in “True” e portate network.http.pipelining.maxrequests a 24 se avete una ADSL veloce.

Firefox utilizza grandi quantità di memoia per conservare le ultime pagine visitate, in modo da riaprirle in tempi brevi.

Però, se avete poca RAM, potete limitare l’uso di memoria digitando la parola Viewers in “Filtro” e modificando la voce browser.sessionhistory.max_total_viewers con il valore 2.

Se aprite troppe schede dovrete usare il pulsante di scorrimento per passare a quelle successive, che non rientrano nella pagina.

Per aumentare il numero di tab visualizzabili potete ridurne la larghezza.

A tale scopo, in “Filtro“, digitate la parola tabMinWidth e portate a 75 il valore browser.tabs.tabMinWidth.

fonte : manuali.net

Passare da Internet Explorer a Firefox senza perdere i propri dati

Passare a Firefox non significa perdere la lista dei Preferiti o i cookie di Internet Explorer.

Bastano infatti pochi clic per importare al volo tutti i dati essenziali memorizzati dal browser Microsoft.

Avviate l’installazione di Firefox, accettate la licenza e cliccate su “Avanti“.

Scegliete “Personalizza“, quindi su “Avanti“.

Togliete la spunta dai componenti “Analisi Dom” e “Personal Feedback Agent” e cliccate su “Avanti“.

Al termine dell’installazione lasciate la spunta su “Avvia Mozilla Firefox Adesso” e confermate con “Fine“.

Al primo avvio vi viene chiesto di importare i vostri dati personali (in uso con un altro browser): selezionate “Microsoft Internet Explorer” e cliccate “Avanti“.

Se volete conservare anche la pagina iniziale selezionate “Importa la pagina iniziale“; cliccate su “Avanti” e poi su “Fine“.

Alla richiesta “Vuoi impostare Firefox come browser predefinito“, cliccate “Si“.

A questo punto, buona navigazione!

fonte: manuali.net

Mozilla Firefox 3.0.4 e 2.0.0.18 Disponibili

Mozilla ha rilasciato Firefox 3.0.4, terzo aggiornamento di stabilità e sicurezza per la nuova versione del suo popolare browser open-source. Contestualmente sono stati resi disponibili corrispondenti aggiornamenti di sicurezza per la vecchia versione del browser Firefox 2 (2.0.0.18) e per SeaMonkey (1.1.13).

Gli update includono la correzione per numerose vulnerabilità di sicurezza isolate nel codice del prodotto: nove (4 critiche) per Firefox 3, e ben undici (6 critiche) per Firefox 2. Mozilla raccomanda a tutti gli utenti di installare il nuovo aggiornamento. Ricordiamo che Firefox 2.0.0.x sarà supportato con aggiornamenti di sicurezza e stabilità fino a metà Dicembre 2008. Mozilla incoraggia comunque tutti gli utenti ad eseguire l’upgrade a Firefox 3.

Come di consueto gli update stanno venendo distribuiti in queste ore tramite il sistema di software update integrato nel browser, ma possono essere scaricati in tutte le localizzazioni per Windows, Mac e Linux manualmente sul sito ufficiale www.getfirefox.com (Firefox 3.0.4), nella sezione dedicata alle release “più vecchie” (www.mozilla.com/en-US/firefox/all-older.html – Firefox 2.0.0.18), e sul sito ufficiale www.seamonkey-project.org (SeaMonkey 1.1.13).

Vulnerabilità corrette in Firefox 3.0.4
. MFSA 2008-58 Parsing error in E4X default namespace
. MFSA 2008-57 -moz-binding property bypasses security checks on codebase principals
. MFSA 2008-56 nsXMLHttpRequest::NotifyEventListeners() same-origin violation
. MFSA 2008-55 Crash and remote code execution in nsFrameManager
. MFSA 2008-54 Buffer overflow in http-index-format parser
. MFSA 2008-53 XSS and JavaScript privilege escalation via session restore
. MFSA 2008-52 Crashes with evidence of memory corruption (rv:1.9.0.4/1.8.1.18)
. MFSA 2008-51 file: URIs inherit chrome privileges when opened from chrome
. MFSA 2008-47 Information stealing via local shortcut files

Oltre alla correzione dei bug di sicurezza, Firefox 3.0.4 include i seguenti aggiornamenti: Risolti diversi problemi legati alla stabilità dell’applicazione; Sono disponibili i pacchetti ufficiali in lingua islandese e tailandese; Sono disponibili a scopo di test (in versione beta) i pacchetti in bulgaro, esperanto, estone, lettone, occitano e gallese; Aggiornato l’elenco dei suffissi di dominio; Risolto un problema con lo strumento di input IME – usato per inserire caratteri giapponesi, coreani, cinesi e indiani – che veniva nascosto dal pannello “Aggiungi segnalibro” (bug 433340); Attivati nuovi certificati EV root (bug 451305); Risolto un problema relativo al mancato funzionamento delle password salvate con Firefox 3.0.2 (bug 457358); In alcuni casi Firefox non salvava correttamente le informazioni dei proxy per protocolli diversi da HTTP (bug 446536).

Fonte: tweakness.net